Politica

DDL Zan, Ravetto (Fratelli d’Italia): “Speculazione politica di una minoranza organizzata”

Il commento del dirigente nazionale di Fratelli d'Italia e gay dichiarato, Mario Ravetto.

Sul nuovo disegno di legge contro l’omotransfobia, proposto dal parlamentare e attivista Lgbti, Alessandro Zan, si pronuncia il dirigente nazionale di Fratelli d’Italia, ed omosessuale dichiarato, Mario Ravetto, durante la manifestazione “#Restiamo liberi“, di sabato 11 luglio, in piazza Verdi a Palermo.

E dice così: «Questa è una legge pazzesca, che va a colpire la libertà di espressione, di opinione e di pensiero. Perché non è affatto vero che i problemi di razza, di sesso e di genere non siano tutelati. Nonostante l’intervento della politica, abbiamo un ottimo Codice Penale ed un’ottima Procedura Penale, che puniscono severamente razzismo, omofobia e femminicidio. È un enorme speculazione politica, di una minoranza organizzata, che vuole creare una casta di privilegiati, che, addirittura diventino incriticabili e indiscutibili».

Ravetto continua, dicendo: «Qualche giorno è avvenuto l’incidente di Pescara, dove due ragazzi omosessuali sono stati pestati. Con il Codice Penale attualmente vigente, infra 2 giorni, uno degli autori era già in galera. Questa è la dimostrazione che non c’è bisogno di leggi speciali. Già, le leggi vigenti garantiscono, ampiamente, la severissima punizione di atti di violenza che nascono da motivi di razzismo e omofobia. Ritengo, perciò, che tutti quanti, le famiglie soprattutto, debbano impegnarsi a fondo, perché è molto facile che alla fine di tutto questo bisognerà chiedere, se la legge dovesse passare, un Referendum abrogativo».

Leggi anche: DDL Zan-Scalfarotto, Malan (FI): “Attacco frontale alla libertà d’espressione e religione”

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close