Storie

D. Washington: “Il battesimo nello Spirito Santo? Un’esperienza soprannaturale e unica”

L'attore americano è stato intervistato su Instagram dal pastore Ar Bernard.

Denzel Washington è stato intervistato, in diretta su Instagram, dal pastore Ar Bernard. Con una semplicità toccante, Washington ricorda una profezia, i tempi in cui ha dato la sua vita a Gesù, il suo battesimo nello Spirito Santo e il suo desiderio di occuparsi degli “affari di Dio“, nei suoi film.

Il pastore chiede a Denzel sulla sua preparazione per il film “Malcom X”, ma sottolinea anche il contesto storico molto particolare, che lo riguarda oggi. E Washington risponde così: «Io lavoro nell’interiore. Non ero preoccupato del contesto storico. Non mi stavo concentrando sulle cose che mi avreste visto fare, o su ciò che avreste percepito dal film, o dalla mia performance. Quello che mi preoccupava era l’interiorità, assicurarmi di avere lo spirito giusto, che mi sarei occupato degli affari di Dio, e non solo di quelli di Malcolm X».

D. Washington, nel film "Malcom X", 1992 (Fonte: CiakClub)

Il pastore gli ha poi chiesto della profezia che ha segnato la sua vita. «Ruth Green era nota per avere il dono della profezia. Viveva a Mt. Vernon, dove sono cresciuto e dove mia madre si faceva i capelli. Così, lei era nel salone di bellezza e io ero seduto lì dopo essere stato espulso da scuola, dal college. La donna mi ha detto così: “Ragazzo, tu andrai in giro per il mondo a predicare a milioni di persone”. Se ci ripenso, quello che la donna mi ha detto è successo realmente».

Washington è d’accordo quando il pastore Ar Bernard gli chiede se ogni ruolo che svolge è per rappresentare la sua fede cristocentrica. L’attore evoca il momento, o meglio i momenti, in cui ha dato la sua vita a Gesù, e il suo battesimo nello Spirito Santo. E racconta così: «Ero pieno di Spirito Santo e questo mi ha spaventato. È stata un’esperienza soprannaturale, unica in questa vita, che all’epoca non riuscivo a comprendere appieno». E continua: «L’ho accettato e l’ho sicuramente vissuto, ma non ero pronto a viverlo».

L’attore racconta anche di sua madre, e delle indicazioni per il suo percorso di fede: «Stai facendo la cosa giusta, ma ora devi fare la cosa giusta, nel modo giusto. Non puoi comprarti la strada per il paradiso». E Washington continua: «Sono un donatore e lo sono sempre stato. Ma non l’ho mai dimenticato, e ho capito durante il mio viaggio, che non ero ancora dove dovevo essere, ma che ero sulla strada giusta».

I seguaci del pastore Bernard hanno apprezzato questa intervista all’attore americano. Ci sono stati molti bei commenti, tra cui uno di Jerry Rueb, che ha detto di essere stato sconvolto dal conoscere la vita di Denzel: «Ho ammirato il suo lavoro come attore, ma ora sono sbalordito da quest’uomo nella vita reale. La sua fede in Gesù mi tocca. Grazie, grazie, grazie».

Fonte: Info Chrétienne

Leggi anche: Cinema, un film su Gesù nel linguaggio dei segni per i sordomuti

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close