Crollo a Verrès, evacuate 12 persone: franati 300 metri cubi di rocce

di VoceControCorrente

Dodici persone sono state evacuate in via preventiva a Verrès a causa di una frana di circa 300 metri cubi di rocce e dell’atteso peggioramento delle condizioni meteo.

Si tratta di cinque famiglie che abitano in località Torille. Già ieri, giovedì 21 novembre, la strada comunale Torille/Nastche era stata chiusa al traffico.

Il centro funzionale regionale ha emesso un bollettino di criticità valanghiva arancione, per la giornata di sabato 23 novembre, che riguarda tutti i comuni a rischio valanghe nelle valli del Gran Paradiso, di Champorcher, del Lys, di Ayas, oltre ad Antey-Saint-Andre’, Bionaz, Chamois, La Magdeleine, Nus, Oyace, Torgnon, Valpelline, Valtournenche.

LEGGI ANCHE: Cosa fare e non fare durante l’alluvione.

Dal punto di vista meteorologico e idrogeologico, l’allerta è invece gialla (livello 1 su una scala di 3 punti). Le valli del Gran Paradiso, quelle del Lys, di Ayas e di Champorcher saranno investite da «precipitazioni molto forti»; la vallata centrale, fino alla testa della Valtournenche, da «precipitazioni forti localmente molto forti».

In queste zone saranno possibili «frane superficiali, cadute massi e fenomeni di esondazione dei rivi secondari». «Una depressione in avvicinamento all’Ovest italiano – si legge nel bollettino – porta forti precipitazioni, soprattutto ai confini col Piemonte da stanotte e fino a domenica mattina, con intensità maggiore durante la giornata di domani. Quota della neve a 1.400-1.900 metri, accumuli di circa 60-80 cm di neve ventata oltre i 2.000 metri in zona B e C in 24 ore, meno altrove. Vento forte in quota».

Fonte: Ansa.

Foto: Aostasera.it

LEGGI ANCHE: Addio alla psicologa Paola Vinciguerra.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati