Politica

Covid-19, verbale del 7 marzo: il CTS non suggerì il lockdown per tutta l’Italia

Il Comitato tecnico scientifico proponeva misure differenziate per i territori nella strategia di contenimento del coronavirus.

Il Comitato tecnico scientifico, nel Verbale n. 21 del 7 marzo, desecretato e pubblicato sul sito della Fondazione Luigi Einaudi, proponeva misure differenziate per i territori nella strategia di contenimento del coronavirus.

Si legge nel verbale: «Il Comitato tecnico-scientifico individua le zone cui applicare le misure di contenimento della diffusione del virus piu’ rigorose rispetto a quelle da applicarsi all’intero territorio nazionale, nelle seguenti: Regione Lombardia, e province di Parma, Piacenza, Rimini, Reggio Emilia e Modena; Pesaro e Urbino; Venezia, Padova e Treviso, Alessandria e Asti». Il Governo il 9 marzo, però, annunciò il lockdown in tutta Italia.

Le raccomandazioni erano state inviate dal ministro Roberto Speranza a firma dei componenti del CTS: Agostino Miozzo, Giuseppe Ruocco, Giuseppe Ippolito, Claudio D’Amario, Franco Locatelli, Alberto Villani, Silvio Brusaferro, Mauro Dionisio, Luca Richeldi, Massimo Antonelli, Fabio Ciciliano, Andrea Urbani, Walter Ricciardi, Gianni Rezza e Roberto Bernabei. Tutti esperti uomini.

Nel dettaglio, il CTS consigliava due ‘livelli’ di contenimento e la facoltà da parte delle autorità locali di poter intervenire. «Sulla base delle informazioni in possesso del Comitato tecnico-scientifico e ferma restando la facoltà prevista dall’articolo 3 della legge numero 833 del 1978 di adottare ulteriori misure da parte delle autorità locali qualora le stesse siano in possesso di ulteriori e più aggiornate informazioni», il Comitato tecnico-scientifico decide di “definire due ‘livelli’ di misure di contenimento da applicarsi: l’uno, nei territori in cui si è osservata ad oggi maggiore diffusione del virus; l’altro, sull’intero territorio nazionale».

LEGGI ANCHE: Coronavirus in Italia: 402 nuovi casi nelle ultime 24 ore.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close