Cultura & Scienze

Covid-19 in Italia, gli indici di contagiosità Regione per Regione

Diffusi i dati dell'Istituto Superiore della Sanità sulla situazione dell'epidemia nel nostro Paese.

«Il numero di casi rispetto alla scorsa settimana è più o meno stabile con un RT di 1,01 i cui intervalli di confidenza vanno di poco sopra a poco sotto l’unità e cioè è dovuto alla presenza di focolai di dimensioni più o meno rilevanti spesso dovuti a casi importati dall’estero».

Così il direttore del Dipartimento di Malattie Infettive del ministero della Salute, Giovanni Rezza, commentando i dati settimanali diffusi dalla cabina di regia ministero della Salute, Istituto superiore di sanità.

«Ne consegue – conclude Rezza – la necessità di continuare a mantenere dei comportamenti ispirati alla prudenza. Da parte sua la sanità pubblica deve intervenire prontamente per intercettare eventuali focolai e contenerli rapidamente».

Nel dettglio, sono sei le Regioni italiane in cui l’indice di contagiosità Rt ha superato il livello di guardia (che è 1).

Si tratta di Veneto, Toscana, Lazio, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna. È quanto emerso dal monitoraggio effettuato dal ministero della Salute nel periodo compreso tra il 6 e il 12 luglio.

Questi i dati riferiti alle singole Regioni e alle Province autonome: Abruzzo: Rt 0.21, Basilicata: Rt 0.02 Calabria: Rt 0.13, Campania: Rt 0.93, Emilia Romagna: Rt 1.06, Friuli-Venezia Giulia: Rt 0.77, Lazio: Rt 1.23, Liguria: Rt 0.78, Lombardia: Rt 1.14, Marche: Rt 0.63, Molise: Rt 0.05, Piemonte: Rt 1.06, Bolzano: Rt 0.14, Trento: Rt 0.25, Puglia: Rt 0.07, Umbria: Rt 0.39, Sardegna: Rt 0.32, Sicilia: Rt 0.43, Toscana: Rt 1.24, Valle d’Aosta: Rt 0.19, Veneto: Rt 1.61.

LEGGI ANCHE: Covid-19, gli anticorpi diminuiscono nel giro di pochi mesi.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close