Cultura & ScienzeIn evidenza

Covid-19, Galli: “Più di un terzo degli infettati rimane asintomatico”

Le parole dell'infettivologo Massimo Galli in un'intervista a SkyTg24.

«Più di un terzo delle persone che si infettano con Sars-CoV-2 rimane asintomatico. Quindi perché continuare con un’indicazione dell’Oms, più politica che scientifica, che a suo tempo ha detto 14 giorni di quarantena, perché più o meno sono il periodo massimo di incubazione della patologia?». Sono queste le parole dell’infettivologo Massimo Galli, dell’ospedale Sacco di Milano, in un’intervista a SkyTg24.

L’esperto continua dicendo: «Questo poi è stato detto per i numerosissimi paesi nel mondo che non sono in grado di fare i test. Spero che l’Italia non debba messa essere nel novero dei Paesi, che non sono in grado di fare i test. Soprattutto, che non sia in grado di farli per tempo. La cosa migliore – assicura Galli – è riconsiderare tutto il discorso delle quarantene, mettendoci nell’ambito della valutazione dei tempi, magari inserendo dei test rapidi antigenici».

LEGGI ANCHE: Covid-19, Crisanti: “Se a scuola le misure non funzionano, la comunità scientifica farà sentire la voce”

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close