Cronaca

Covid-19 e scuola: le prime ipotesi sulle misure per settembre

I sindacati di settore hanno visionato la bozza del Ministero dell'Istruzione.

«Prime tracce per la stesura di un protocollo condiviso» per il ritorno a scuola a settembre.

Lo hanno comunicato i sindacati di settore che, come riportato dall’Ansa e da altre agenzie, hanno visionato la bozza del Ministero dell’Istruzione.

Tra le proposte avanzate nel testo, che si assicura essere ad uno stato assolutamente preliminare, l’utilizzo delle mascherine per chiunque entra nelle scuole, l’obbligo di evitare assembramenti all’ingresso e all’uscita, magari con lo slittamento degli orari di ingresso delle classi (con l’ipotesi di 15 minuti di differenza), la possibilità di provare la febbre agli studenti anche se non è dichiarato lo stato di malessere, mentre come in tutti i posti di lavoro a prof e Ata dovrà essere misurata la temperatura ogni giorno.

Oltre alla restrizione degli ingressi per gli esterni, genitori compresi, nel testo di bozza si pensa a percorsi protetti e obbligati all’interno degli istituti, pulizia e sanificazioni di tutti gli ambienti, in particolare quelli come mense, bagni e palestre.

L’accesso agli spazi comuni dovrà essere contingentato con ventilazione continua e rispetto della distanza di sicurezza. Il protocollo prevede anche la gestione di persone guarite o contagiate dal Covid-19. Le attività previste dal futuro protocollo dovranno poi obbligatoriamente essere allegate al Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), prima dell’avvio del prossimo anno scolastico. Il recepimento del protocollo, accompagnato dalle linee guida e circolari ministeriali, potrà in ogni caso essere integrato in base alle specifiche necessità di ciascuna realtà scolastica.

LEGGI ANCHE: Fase 2, dal 18 maggio riprenderanno le messe.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close