Ambiente

Cosa fare e non fare prima dopo e durante un’alluvione

L’alluvione è il rischio più pericoloso della stagione autunnale a causa delle sue abbondanti piogge. Il maltempo è alle porte ed è bene tenersi informati sulle giuste strategie da adottare in situazioni di emergenza.

Al chiuso

Non scendere in piani seminterrati, garage e cantine per mettere al sicuro i propri beni. Anche l’auto non necessita di salvezza e uscire fuori potrebbe essere fatale.

Al piano terra

Alluvione

Se ci si trova al piano terra o nei sotterranei bisogna raggiungere tempestivamente i piani superiori evitando gli ascensori.
Disattivare gas e impianti elettrici evita la probabilità di incorrere in incendi ma prima di tali manovre bisogna assicurarsi di avere mani e piedi completamente asciutti.

Anche bere acqua dal rubinetto è rischioso, berne potrebbe portare ad una contaminazione. Nel panico il telefono è un alleato indispensabile, pertanto limitarne l’uso per un risparmio energetico tenendo la linea libera per i soccorsi è la mossa più saggia.

All’aperto

Allontanarsi dalla zona allagata è necessario per evitare la perdita di equilibrio che risulta instabile il prossimità di un corso d’acqua incalzante determinato da un’alluvione. Se la visuale lo permette, occorre raggiungere l’area più vicina ed elevata, evitando scarpate artificiali e pendii soggetti a frane.

Cosa tenere in mente

A causa di probabili voragini, buche e tombini aperti è bene fare attenzione alla direzione che si percorre. Se possibile, è conveniente evitare l’utilizzo dell’auto. Anche in pochi centimetri d’acqua potrebbe perdere il controllo e spegnersi. Il pericolo è di rimanervi intrappolato.

Altro suggerimento salva vita è sfuggire a sottopassaggi, argini e ponti. Questi luoghi durante un’alluvione sono off limits.
Infine, è importante tenersi costantemente informati su come evolve la situazione, seguendo le indicazioni delle autorità, come la Protezione Civile.

Giacché fatti di cronaca mostrino la spietatezza ambientale, la prevenzione è sempre un buon alleato. Anche le infrastrutture fatiscenti e i rifiuti ingombranti ne accentuano le tragedie, pertanto la salvaguardia collettiva è un dovere del cittadino in sostegno dei comuni.

Leggi anche: Dipendenti Heineken raccolgono i rifiuti che sporcano le spiagge italiane.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close