Cultura & Scienze

Cosa facciamo quando troviamo un portafogli pieno di soldi? La scoperta di uno studio

Lo teniamo per noi o lo restituiamo al proprietario?

La maggior parte delle persone restituisce un portafoglio perso con i soldi dentro più spesso di quanto si pensi. Lo sostiene uno studio pubblicato sulla rivista Science.

Nel dettaglio, sono stati simulati in 40 Paesi le perdite di portafogli, contenenti più o meno del denaro.

Secondo lo studio pubblicato nel settembre 2019, la qualità della vita, il livello di istruzione e la religione hanno un’influenza sul grado di onestà e civiltà dei cittadini, ad esempio il tasso di restituzione sarebbe più elevato nei Paesi protestanti: in Svizzera nell’80% dei casi è stato restituito il portafoglio contenente denaro, rispetto al 15% del Messico.

Un sondaggio parallelo ha mostrato che gli interrogati si sbagliano sulla presunta disonestà dei loro concittadini. Pertanto, l’opinione pubblica crede – tanto quanto gli economisti intervistati a parte – che più soldi ci sono nel portafoglio, maggiore è il rischio di furto.

Tuttavia, i portafogli contenenti il ​​maggior numero di denaro o documenti preziosi vengono restituiti più spesso. In poche parole, è più forte la preoccupazione della perdita di quel valore da parte del titolare che la volontà di tenere quanto ritrovato per sé.

«Il costo della colpa e la scarsa percezione di sé sono più importanti della prospettiva di guadagno economico», ha dichiarato Kevin Brookes, dottore in scienze politiche.

Fonte: Evangelique.info.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, stiamo vivendo la fase del superficialismo?

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close