Cultura & Scienze

Coronavirus, vaccino pronto per il test finale negli USA

Dagli studi emergono risultati incoraggianti.

Il primo vaccino contro il Covid-19, testato negli Stati Uniti, sembrerebbe funzionare. «Una notizia sicuramente positiva», ha commentato entusiasta Anthony Fauci, il massimo esperto statunitense di malattie infettive.

Per la sperimentazione del vaccino, studiato dai colleghi di Fauci presso il National Institutes of Health e Moderna Inc., il prossimo 27 luglio avrà inizio un percorso significativo. Uno studio che coinvolgerà 30mila persone e che servirà a testare in maniera affidabile la resistenza del vaccino al Coronavirus.

Secondo quanto riportato dal New England Journal of Medicine, il corpo delle persone che assumono il vaccino produce anticorpi neutralizzanti che, finendo nel flusso sanguigno, bloccano l’infezione.

«Questa è una scoperta importante – ha affermato Lisa Jackson, medico del Kaiser Permanente Washington Research Institute di Seattle, che ha condotto lo studio – che ci sprona ad andare aventi».

Ancora non esiste alcuna certezza scientifica, ma il governo spera di ottenere risultati concreti già a fine anno. Il vaccino dovrebbe essere assunto due volte, una alla distanza di un mese dall’altra.

Non ci sarebbero effetti collaterali gravi ma più della metà dei partecipanti allo studio ha riferito di avere avuto alcune reazioni tipiche di molti vaccini: affaticamento, mal di testa, brividi, febbre e dolore nel sito di iniezione. Per tre partecipanti ai quali è stata somministrata una dose maggiore, le conseguenze sono state più gravi.

In un primo momento lo studio è stato effettuato solo su persone giovani. In seguito il test è stato ampliato a dozzine di uomini più grandi, maggiormente a rischio di contrarre il Covid-19.

Questi risultati non sono ancora pubblici. Fauci ha affermato che i test finali includeranno gli anziani, così come anche le persone con patologie croniche e quindi più vulnerabili al virus e anche le popolazioni nere e latine.

In tutto il mondo si stanno sperimentando quasi due dozzine di possibili vaccini. «Abbiamo bisogno di più vaccini – ha detto Fauci Abbiamo bisogno di vaccini per il mondo, non solo per il nostro paese».

Intanto, in tutto il mondo, i governi stanno investendo nella ricerca ingenti quantità di denaro, nellla nella speranza di iniziare rapidamente le vaccinazioni.

TRADUZIONE DELL’ ARTICOLO: First COVID-19 vaccine tested in US poised for final testing

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Burioni: “Per l’immunità di gregge ci vuole il vaccino”

Gabriele Giovanni Vernengo

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close