Politica

Coronavirus, Salvini: “Non si può tenere un Paese ostaggio del terrore”

Matteo Salvini, leader della Lega, ha parlato ai suoi fan durante una diretta su Instagram

“Prudenza, mantenere le distanze, però non si può essere prigionieri del terrore, della chiusura e della paura. Non si può tenere un Paese prigioniero del terrore e della paura perchè con questo virus bisognerà convivere”.

Lo dice Matteo Salvini in una diretta su Instagram. “Le altre malattie non sono in vacanza, purtroppo. Si muore di tumore, diabete, infarto, incidenti stradali: bisognerà tutelare tutta la popolazione italiana. Invece pare che per qualcuno può essere utile parlare solo di un argomento”, aggiunge Salvini.

 “Non sono certo ma nessuno mi toglie il dubbio che la Cina abbia calcolato tutto. Quello è l’unico paese che in mezzo a questa pandemia ha il Pil positivo. E il vaccino? Arriverà da là: vorrà dire che prima crei il disastro e poi fai comprare a tutto il mondo il rimedio al disastro che hai creato” ha detto. “La Cina è un regime comunista con cui qualcuno al governo – conclude – vuole fare affari”. 

Infine un commento sull’attuale situazione nelle scuole. ” Azzolina, le sembra di aver garantito il diritto allo studio a studenti, insegnanti e presidi? No. Il Paese ha il problema del covid, della cassa integrazione e noi abbiamo un ministro che si occupa di banchi con le rotelle”.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close