Cronaca

Coronavirus, quasi 2mila cani abbandonati per la paura della malattia

L’infezione ha causato l’aumento del tasso di abbandono dei migliori amici dell’uomo.

L’emergenza Coronavirus ha causato anche il drastico aumento del tasso di abbandono degli amici a quattro zampe.

Quasi tutte le persone che hanno portato i propri animali in canile sostengono di non poterli più gestire a causa del Coronavirus o per altre malattie dei proprietari.

«Dal 20 febbraio a ieri domenica 8 marzo sono entrati nei canili quasi duemila animali (cani ma non solo). il 30% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In venti giorni, le nuove entrate nei cento canili monitorati dall’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) sono comprese tra i da 7mila e i 9mila cani».

Gabriele Giovanni Vernengo

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close