Esteri

Coronavirus, primo caso in Nigeria: un italiano che lavora lì

Continua a scendere il tasso di mortalità del coronavirus in Cina. I nuovi decessi, infatti, sono stati 44, ovvero il livello più basso da un mese. In Corea del Sud, invece, i casi hanno superato la quota di 2000, di nuovi ce ne sono stati 256.

È stato confermato, invece, il primo caso di contaminazione in Nigeria. Ne ha dato notizia il locale ministero della Sanità. Si tratta del primo caso nell’Africa sub-sahariana: «Riguarda un cittadino italiano che lavora in Nigeria e che era tornato da Milano a Lagos il 25 febbraio –  ha spiegato il ministero della Salute  – il paziente è clinicamente stabile, senza sintomi gravi».

La Nigeria è il Paese più popoloso dell’Africa con circa 200 milioni di abitanti ma anche quella con più abitanti in povertà estrema davanti all’India. Le autorità stanno lavorando per identificare tutte le persone con cui l’italiano ha avuto contagi.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’appello di un’immunodepressa: “Lasciate le mascherine a chi rischia la vita”.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno, invece, deciso di cancellare le ultime due tappe dell’UAE Tour dopo che due ciclisti italiani sono stati trovati positivi al Coronavirus. Lo ha riportato la Bbc. Organizzatori, partecipanti, membri dello staff e chiunque sia venuto in contatto con i due corridori italiani stanno adesso effettuando il test per verificare che non siano stati contagiati.

Anche in Lituania è stato registrato il primo caso di persona positiva al Coronavirus ed è una donna tornata da Verona il 24 febbraio, ricoverata in isolamento a Siauliai: non ha la febbre o altri sintomi evidenti dell’infezione. Primo caso anche a Nizza, in Francia: anche in questo caso si tratta di una donna rientrata dall’Italia.

LEGGI ANCHE: Coronavirus in Lombardia: pizze gratis per medici e infermieri.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close