CronacaIn evidenza

Coronavirus, l’Italia protesta da Nord a Sud contro il Dpcm: allerta a Milano e Torino

Sparati fumogeni e molotov contro le forze dell'ordine che hanno risposto con i lacrimogeni

Le piazze italiane urlano la loro rabbia contro la stretta imposta dall’ultimo Dpcm. Tra le misure più contestate la chiusura dei locali dopo le 18 e lo stop a palestre e attività sportive. Al Nord situazione tesissima a Torino dove i tassisti hanno occupato piazza Castello e si sono registrati violenti scontri in piazza Carlo Alberto con lanci di fumogeni da parte delle forze dell’ordine.

I manifestanti hanno devastato il dehors del noto ristorante Sfashion Cafè gestito da molti anni da Piero Chiambretti. Due negozi della centralissima via Roma sono stati devastati. In un caso, un gruppo si è introdotto all’interno e si è dato al saccheggio. I circa dieci fermati sono accusati per resistenza aggravata a pubblico ufficiale in concorso, travisamento e danno.

Al vaglio della Digos la posizione per l’ipotesi di devastazione. A Cremona, invece,  i ristoratori hanno battuto le pentole davanti alla prefettura e poi le hanno lasciate a terra come in un cimitero di stoviglie. Tensione a Catania dove i manifestanti hanno tirato bombe carta davanti alla prefettura. Sparati fumogeni e molotov contro i le forze dell’ordine. A loro volta le forze dell’ordine hanno lanciato i lacrimogeni contro i manifestanti davanti alla sede della Regione Lombardia, in via Melchiorre Gioia, a Milano. Sempre nel capoluogo lombardo gli agenti hanno fronteggiato i partecipanti di un corteo non autorizzato e violento partito da corso Buenos Aires.

Intanto sale l’allerta del Viminale. La rabbia monta tra ampie fasce della popolazione e gli apparati di sicurezza non escludono che le manifestazioni annunciante per i prossimi giorni possano diventare l’occasione per provocatori e infiltrati di mettersi in mostra. In questi giorni sono state messe in campo una serie di azioni preventive: “Non saranno tollerati eccessi”. 

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close