CronacaIn evidenza

Coronavirus, indice Rt a 1,01. L’Iss: “C’è il rischio di un rapido peggioramento”

I dati sono emersi dall'ultimo report di Istituto superiore di sanità (Iss) e ministero della Salute

Sono il Piemonte (1,22), la Campania con (1,19) e la Sicilia con (1,19) le tre regioni con l’indice di contagio più’ alto. In tutto, le regioni che hanno superato il valore soglia di uno o che lo hanno raggiunto come il Friuli Venezia Giulia, attualmente sono 11 e due le province autonome.

E’ quanto emerge dall’ultimo report di Istituto superiore di sanità (Iss) e ministero della Salute sull’andamento dell’epidemia di Covid-19 nel Paese.

Indice Rt più basso, ecco in quali regioni d’Italia

Le regioni con il valore più basso sono Basilicata, il Molise e l’Emilia Romagna. Abruzzo 1,17 Basilicata 0,7 Bolzano 1,12 Calabria 1,06 Campania 1,19 Friuli 1 Emilia Romagna 0,8 Lazio 1,09 Marche 0,99 Liguria 1,16 Lombardia 0,86 Molise 0,7 Piemonte 1,22 Trento 1,06 Puglia 1,02 Sardegna 0,86 Sicilia 1,19 Umbria 1,07 Toscana 0,95 Valle d’Aosta 0,97 Veneto 1,1.

L’allarme dell’Iss

Per l’Iss al momento i dati – che segnalano 11 Regioni e due province con un Rt maggiore di 1 questa settimana, in testa Piemonte, Campania e Sicilia – “confermano l’opportunità’ delle ulteriori misure di prevenzione” e controllo adottate dagli enti locali “e invitano ad essere pronti all’attivazione di ulteriori interventi in caso di peggioramento”. Tenuto conto, evidenzia sempre il monitoraggio, che mentre è stabile la percentuale dei focolai che si sono verificati in ambito familiare, aumentano quelli in ambito lavorativo (7,2% contro 5,6% la scorsa settimana). I focolai attivi sono complessivamente 3.266, di cui 909 nuovi; 14 nelle scuole. Il governo, sulla scia delle indicazioni degli scienziati, e’ pronto ad intervenire. “Siamo in costante aggiornamento con il ministro della Salute e gli esperti del Cts. Torneremo a confrontarci con le Regioni e deliberemo”, spiega Conte da Bruxelles in merito all’ipotesi di estendere l’obbligo di mascherine all’aperto in tutta Italia.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close