CronacaLombardia

Coronavirus in Lombardia, Fontana: “2.500 contagiati in più”

L'annuncio del presidente della Regione Lombardia.

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, durante il punto stampa della tarda mattinata, si è detto «preoccupato» dopo avere annunciato che ci sono state 2.500 persone positive in più.

Fontana ha aggiunto che si tratta di un dato non ancora conclusivo e che, se confermato, andrebbe in controtendenza rispetto al trend in decrecita degli ultimi quattro giorni: «Non sono in grado di dire se ci sia un picco, questo dato deve essere dato dai tecnici».

Il governatore, inoltre, ha parlato del tema dei tamponi su cui, dice «si stanno facendo speculazioni vergognose. Regione Lombardia ha rigorsamente seguito protocolli dell’istituto superiore di sanità e dell’organismo scientifico che collabora con il ministero».

Fontana ha spiegato riferirsi all’indicazione ricevuta il 27 febbraio: «In assenza di sintomi il test non appare al momento sostenuto da un razionale scientifico in quanto non fornisce indicazione a fini clinici e potrebbe essere addirittura fuorviante, data rapida evoluzione delle conoscenze si procederà a revisione del documento».

Fontana ha concluso che «la disposizione è che i tamponi devono essere riservati ai sintomaci, tutti gli altri sono ritenuti fuorvianti».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cambia ancora il modulo per l’autocertificazione.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close