Cultura & Scienze

Coronavirus, il virologo Tarro: “Perché tutti vogliono il virus in autunno?”

Il medico e virologo è intervenuto a Radio Punto Nuovo.

«Tutti vogliono rivedere il Coronavirus in autunno, non capisco perché». Lo ha detto ridendo il noto medico e virologo Giulio Tarro, intervenendo in diretta a Radio Punto Nuovo, a proposito dell’emergenza del Covid-19 e di una possibile seconda ondata della pandemia.

«Il vaccino non c’è – ha spiegato Tarro – non l’abbiamo a portata di mano, in piena epidemia vanno utilizzati altri farmaci. Quando esso sarà pronto, lo terremo in considerazione. Certamente molti laboratori stanno provando a produrlo, se si riuscirà, allora si potrà utilizzare. Mi auguro che per quel momento non staremo neppure pensando più al Covid-19. Questa in corso è la terza epidemia da Sars nel ventennio».

«Riportare persone allo stadio? In Germania – ha sottolineato in conclusione Tarro – si gioca da un mese e prossimamente si darà anche la possibilità di accedere agli stadi, bisogna allinearsi con gli altri Paesi» (GV).

Tag

Articoli correlati

Un commento

  1. Preparatevi perchè dall’autunno in poi se ci saranno 10000 asintomatici durante questa estate estate in autunno diventeranno 10 milioni e se saranno 50000 asintomatici si rischia 50 milioni di infettati oltre all’ecatombe del 3 millennio con milioni di morti entro la fine del 2021. Forse sarebbe meglio accellerare per il vaccino con tutti i miliardi stanziati ed usati male. Non rischiamo la catastrofe sanitaria, umanitaria, sociale e politica. Usiamo la ragione e la giusta responsabilità e forse limiteremo l’ecatombe alle porte durante questo prossimo autunno ed inverno. Solo fare rapidamente il vaccino ed ospedali per le prossime emergenze da coronavirus mutato usando tutte le tecnologie disponibili salveremo milioni di vite umane in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close