Cronaca

Coronavirus, il cartello dei condomini alla dottoressa: “Stia attenta quando rincasa”

Indignazione da parte dei vertici dell'ospedale.

«Sappia che in questo condominio abitano una neonata di sei mesi e una signora ultraottantenne vedova. Perciò usi le massime precauzioni quando utilizza gli spazi comuni e deve toccare cancelli, scale, sottoscala e corrimano».

Questo il messaggio che è stato affisso nei pressi del portone di un condominio di Pisa, dove abita una dottoressa che lavora in un ospedale di Cisanello e che si trova, dunque, coinvolta nella lotta al Coronavirus.

La paura del contagio purtroppo è sempre più diffusa: il termine ‘psicosi’ è ormai finito sulla bocca di tutti.

Su altrettante bocche, tuttavia, si è in questi giorni diffusa la lode di chi – medici, infermieri, operatori sanitari e molti altri ancora – sta lottando in prima linea contro il famigerato Covid-19 o sta cercando di garantire beni e servizi di prima necessità, insieme ad una normalità sempre più minacciata dal virus e dalla tensione.

Tuttavia, questo cartello stride fortemente con elogi e apprezzamenti. La sensazione, al contrario, è che quasi si voglia puntare il dito contro la professionista e di certo non per rivolgerle un ringraziamento.

Quasi come se fosse diventata la più temuta in un clima dove già si teme chiunque, si vuole ricordare alla dottoressa di stare molto attenta perché potrebbe essere foriera di contagi per le categorie vulnerabili e non solo – non sia mai lo avesse dimenticato.

Indignazione da parte di Stefano Taddei, ordinario di Medicina e direttore della clinica medica 1 Universitaria, e Marco Taddei, direttore di Medicina 4 dell’ospedale dove la dottoressa lavora: «Questo è un atto vergognoso, che non può passare sotto silenzio. Quando i medici lasciano l’ospedale, tutto avviene in sicurezza e ogni ambiente viene igienizzato e sanificato».

Gina Lo Piparo

LEGGI ANCHE: “Ho perso mio nonno e mio padre, non so dove siano i loro corpi”

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close