Economia

Coronavirus, ecco quanti soldi sta mettendo a disposizione l’Unione Europea

L’emergenza coronavirus ha portato ad adottare un piano finanziario per la ricerca. La Commissione Europea, infatti, ha messo a disposizione 230 milioni per sostenere la crisi che minaccia l’intero pianeta. La cifra servirà non solo per i Paesi europei ma anche per il resto del mondo per fronteggiare un tale malessere destinato a colpire molti territori.

Questo è ciò che hanno fatto sapere Stella Kyriakides e Janez Lenarcic, commissari europei alla salute e alla gestione delle crisi, preoccupati per l’emergenza nata in Italia.

«C’è preoccupazione per la situazione italiana ed è importante che gli Stati UE siano preparati a essere pronti per fronteggiare una situazione simile».

Queste le parole di Stella Kyriakides, a cui il collega Lenarcic ha aggiunto: «Dobbiamo intensificare l’azione di contrasto della diffusione del Coronavirus in modo coordinato tra gli Stati» . Ha anche elogiato il lavoro finora svolto dell’Italia, la quale riceverà domani una missione tecnica. Il piano finanziario prevede aiuti per  rilevare e diagnosticare la malattia, curare le persone infette e a prevenire un’ulteriore trasmissione in questo momento critico».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, perché tanti contagiati in Lombardia e Veneto?

 

Dei 230 milioni, 114 serviranno per sostenere l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in particolare per «rafforzare la preparazione all’emergenza della sanità pubblica e il lavoro di risposta nei paesi con sistemi sanitari deboli e capacità di ripresa limitata. Parte di questo finanziamento è soggetta all’accordo delle autorità di bilancio dell’UE».

  • 15 milioni saranno destinati all’Africa, in particolare all’istituto Pasteur Dakar, in Senegal, per sostenere la diagnosi rapida e la sorveglianza epidemiologica;
  • 90 milioni andranno ad un partenariato pubblico-privato con l’industria farmaceutica per la ricerca di un vaccino;
  • 10 milioni, invece, serviranno per i progetti di ricerca su epidemiologia, diagnostica, terapia e gestione clinica nel contenimento e nella prevenzione;
  • Infine, 3 milioni, saranno destinati al meccanismo di protezione civile dell’UE, compreso i voli per far rientrare cittadini dell’Unione Europea da Wuhan, in Cina.

Filippa Tagliarino

LEGGI ANCHE: Coronavirus, trovato il paziente zero che lo ha diffuso in Veneto?

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close