Esteri

Coronavirus, Donald Trump dona il suo stipendio per lotta all’epidemia

La decisione del presidente degli Stati Uniti d'America.

Il presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, ha ordinato che il suo stipendio trimestrale venga utilizzato dal Dipartimento della salute e dei servizi umani per combattere l’epidemia di coronavirus.

Lo stipendio trimestrale, 100mila dollari (quasi 90mila euro), sarà donato per«affrontare, contenere e combattere» la malattia. Lo ha detto ieri, martedì 3 marzo, Stephanie Grisham, portavoce della Casa Bianca.

Il presidente ha impegnato il suo stipendio trimestrale per varie agenzie governative. Già lo scorso trimestre Donald Trump aveva donato 100mila dollari per combattere la crisi degli oppiodi e, prima ancora, per la sicurezza interna, i trasporti e i veterani di guerra.

La scorsa settimana, inoltre, la Casa Bianca ha chiesto al Congresso 2,5 miliardi di dollari di spese supplementari per combattere l’epidemia di COVID-19. Una misura per aiutare il governo federale, così come le agenzie statali e locali, per prepararsi a reagire all’epidemia e per allocare il denaro per lo sviluppo del vaccino.

Il Dipartimento della sanità e dei servizi umani, poi, ha già attinto a un fondo per la reazione alle malattie infettive di emergenza. Fino a oggi negli Stati Uniti d’America sono stati registrati 118 casi positivi e ci sono stati nove decessi.

LEGGI ANCHE: Grana Padano fermato alla frontiera greca, serve il certificato coronavirus free.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close