CronacaLombardiaVeneto

Coronavirus, 14 casi in Lombardia e 2 in Veneto

Da aggiornare il bilancio dei contagiati dal Coronavirus in Lombardia: sono 14. Oltre alle prime 6 individuate tra il 19 febbraio e ieri, se ne sono aggiunti altri 8 risultati oggi positivi ai tamponi effettuati: si tratta di 5 persone, tra medici e infermieri, e 3 pazienti dell’ospedale di Codogno (Lodi), tutti hanno avuto contatti diretti con il 38enne ricoverato ora in terapia intensiva.

Nel dettaglio, i primi 6 contagiati sono il 38enne (‘paziente 1’), sua moglie incinta e il ragazzo che fa parte dello stesso gruppo podistico.

Le altre 3 persone, tutte di età più avanzata, frequentavano lo stesso bar frequentato anche dal padre del podista. «In queste ore abbiamo continuato a lavorare. Abbiamo inviato una prima unità mobile all’aziende Unilever, che ha eseguito i tamponi a 120 dei 160 dipendenti dell’area area ricerca e sviluppo, ora in fase di processazione», ha spiegato l’assessore regionale al Welfare della Lombardia Giulio Gallera.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’uomo tornato dalla Cina ha avuto l’influenza.

Sono, inoltre, stati fatti tamponi a circa 70 operatori sanitari e ai contatti più diretti dei primi casi, per un totale di 149. «Dai tamponi fatti in queste ore, abbiamo individuato altre 8 positività, 5 operatori sanitari e 3 pazienti di Codogno. Si poteva prevedere, era atteso anche se speravamo di no. Il nostro sistema sanitario e’ riuscito a individuare collegamenti e legami, e sta reagendo molto bene».

Registrati, poi, due casi positivi al coronavirus in Veneto che sono stati trasferiti dall’ospedale di Schiavonia e ricoverati in quello di Padova. Lo ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia. «Queste due persone – ha aggiunto il governatore Veneto – hanno avuto contatti in loco, non sono andate in Cina, non sono il classico ‘caso sospetto’. Lavoriamo anche sul fronte dell’eventuale necessità di una struttura dedicata a eventuali contagiati, perché non sappiamo qual è l’entità del contagio».

Si trattano di due anziani di 67 e 78 anni che frequentavano lo stesso bar, ricoverati 15 giorni fa all’ospedale di Monselice. Le loro condizioni sono gravi. Uno è in terapia intensiva.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Burioni: “Come si ferma l’epidemia in Italia”.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close