Storie

Coronavirus: bimba malata di tumore saluta il papà attraverso la finestra

Lo scatto è stato condiviso sui social dalla madre: "Spero che la nostra storia aiuti a capire l’importanza dello stare a casa".

Sta facendo il giro del web la commovente foto del saluto a distanza tra un papà e la sua bambina, divisi dal vetro di una finestra: pubblicata dalla mamma della piccola, l’immagine è diventata simbolo dell’importanza dell’isolamento quale strumento per combattere il Coronavirus.

Scott e Lynda vivono a Falkirk, in Scozia. In questi giorni di tensione hanno deciso di separarsi per il bene di Mila, la loro bimba di 4 anni che da novembre si sottopone regolarmente a cicli di chemioterapia per lottare contro il tumore che l’ha attaccata malgrado la giovane età.

Il lavoro di Scott, in continuo contatto con molte persone, potrebbe infatti costituire un vero e proprio pericolo per la figlia, immunodepressa e dunque vulnerabile al contagio da Covid-19. Da qui la decisione di allontanarsi da casa e vedersi attraverso FaceTime o mediante il vetro di una finestra, proprio come avviene in questa foto.

All’inizio Mila era perplessa: come mai papà non può nemmeno entrare in casa? A Lynda l’arduo compito di spiegare ad una bambina di 4 anni una situazione così complessa per il mondo intero. Proprio lei ha deciso di postare in rete lo scatto, risalente al 20 marzo: «Spero che la nostra storia aiuti a capire l’importanza dello stare a casa: purtroppo ci sono tante persone vulnerabili come Mila che stanno rischiando la vita».

Le condivisioni hanno superato la soglia dei 37 mila. La speranza è che ad ognuna di essa sia corrisposta un’adeguata comprensione del monito a restare in casa, che suona quasi come una punizione ma che per Scott, Linda, Mila e tanti altri è diventato un lusso che non ci si può più concedere.

Gina Lo Piparo

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’Alleanza Evangelica Mondiale invita a una giornata di digiuno e preghiera

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close