Conte si dimette, finisce il governo giallo-verde

di VoceControCorrente

Dopo un lungo dibattito al Senato tra le forze politiche.

Giuseppe Conte è salito al Quirinale per rassegnare le dimissioni da presidente del Consiglio. Il premier del governo giallo-verde è giunto intorno alle 15 al Senato dove ha relazionato sullo stato della crisi. Tanti gli attacchi al vice premier Matteo Salvini, accusandolo di guardare ai propri interessi e a quelli del suo partito.

Secca la replica del leader leghista che si è rivolto a Conte, parlando di un inciucio M5S-Pd già in atto da tempo nelle aule parlamentari. Su entrambi i fronti è stata confermata la volontà di concludere oggi l’esperienza di governo insieme, mentre diverse le aperture da parte del Movimento 5 stelle a fare un governo con altre forze politiche.

In serata, il premier ha controreplicato alle parole dei rappresentanti dei gruppi parlamentari in Senato, per poi salire al colle dal presidente Sergio Mattarella. Domani dovrebbero iniziare le consultazioni che porteranno alla formazione di un nuovo governo o allo scioglimento anticipato delle camere.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati