Storie

Condannato a 495 anni di carcere per numerosi furti in casa, predica il vangelo dopo aver trovato Dio

Ron Adkins, solo e suicida, si è rivolto a Dio e a una Bibbia strappata che inizialmente rifiutava di leggere ma è diventata la sua grazia salvifica. Ecco la sua storia.

(di Nausica Della Valle) Un’incredibile storia di redenzione, dove il potere curativo dell’amore e del perdono di Dio trasforma radicalmente un ex detenuto condannato a quasi 500 anni di carcere. Ron Adkins, nativo del Texas, fu dichiarato colpevole di numerosi furti in casa nel 1997, condannato a morire in carcere già all’età di 22 anni, ha preso 99 anni per ciascuno dei cinque conteggi per i quali è stato accusato e ha ricevuto una condanna di altri cinque anni per possesso di un telefono cellulare non autorizzato.

Come riportato da CBN News, la condanna di Adkins fu confermata all’epoca, dal giudice di distretto Robert Newsom. Mai i due uomini, potevano mai pensare che un giorno le loro strade si incrociassero di nuovo.

Il cattivo ragazzo del carcere Ron si unì a una banda di prigionieri e divenne molto pericoloso: accumulò 250 violazioni della prigione per aver combattuto costantemente con altri detenuti e il personale. La sua belligeranza era così fuori controllo che più guardie della prigione sì sono preparate per scortarlo nella doccia, incatenato mani e piedi. Il suo comportamento violento alla fine lo portò in isolamento, dove Adkins avrebbe trascorso 13 anni.

Solo e suicida, l’ex detenuto chiese aiuto a Dio e iniziò a sfogliare una Bibbia molto rovinata che aveva trascurato di leggere per anni, ma che alla fine divenne la sua grazia salvifica.

«Metà delle pagine mancavano perché le avevo usate per rotolare le carte. Avevo fumato sigarette con documenti biblici», ha scherzato Adkins con la CBN. «Tutto ciò che restava della Bibbia era il Nuovo Testamento».

Leggendo quelle pagine rimanenti, Adkins scoprì l’amore e la grazia di Dio. Decise di lasciare la banda e di unirsi al gruppo di studio biblico della sua prigione. Ha iniziato a frequentare corsi per il ministero e, poco dopo a mostrare «costanza e disciplina». Nel maggio 2015, Adkins è stato rilasciato dal carcere.

Una volta rilasciato, Ron Adkins ha scoperto che più lavorava per il ministerio, più la sua fede cresceva, ha cominciato a condividere la sua potente storia in molte chiese e conferenze sulla riforma della giustizia penale. Nel fare ciò, conobbe sua moglie Dawn Knighton, un ex criminale diventata consigliere cristiano. Il suo ritorno in chiesa e la fede scatenarono anche un’altra relazione inaspettata: quella con Newsom, il giudice che aveva presieduto il suo caso decenni prima.

Adkins continua il racconto a CBN News: «Appena mi sono reso conto, ho detto al pastore: Sai una cosa? Penso che sia il giudice che mi ha condannato a cinque sentenze di 99 anni», Adkins ha ricordato di essersi seduto un giorno nella chiesa che frequentava ad ascoltare un oratore ospite che si è rivelato poi essere Newsom. I due si avvicinarono reciprocamente, con un religioso imbarazzo, ma divennero prontamente ottimi amici. L’ex criminale confessa alla CBN News che non ha mai serbato rancore nei confronti del giudice

«Non sono mai andato in prigione e non ho mai fatto alcune delle cose che Ron ha fatto. Ma sono un peccatore salvato per grazia proprio come lo è lui», spiega Newsom. Un’amicizia a sorpresa. «Siamo fratelli».

Grazie a Newsom, Adkins ora lavora con il dipartimento locale dello sceriffo della Contea di Hopkins per incontrare i detenuti e condividere la sua storia di redenzione. Lui e sua moglie hanno persino battezzato alcuni prigionieri e il personale della prigione. Newsom afferma che il ministerio di Adkins, ha creato un «mini-risveglio» nella comunità.

Ron Adkins, è molto grato per la seconda possibilità che gli è stata data di riscrivere la sua vita e, attraverso la misericordia di Dio, anche la vita di coloro che ogni volta tocca con la sua testimonianza.

                                                                                       Nausica Della Valle

Leggi anche: La storia di Zhang: cinese cristiano perseguitato e costretto a lasciare la casa per due volte.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close