Economia

Commercio in Sicilia, la ricetta dell’assessore Turano: “Centri storici da rivalorizzare”

A Palermo la VI Conferenza Regionale sul Commercio. L’obiettivo è un percorso che guardi al futuro ma che sappia valorizzare i centri storici.

«Un percorso avveniristico che miri alla rivalorizzazione economica e sociale dei centri storici».

È questa la strada segnata dall’assessore regionale alle Attività produttive della Regione Siciliana, Mimmo Turano, intervenuto durante la VI Conferenza Regionale sul Commercio dal tema Il commercio al tempo del cambiamento: governare le trasformazioni e che si è svolta oggi – giovedì 3 ottobre – presso la Sala Normanni 1 dell’hotel ‘Astoria Palace’. La Conferenza Regionale sul Commercio non si riuniva da dieci anni.

«L’ultima legge regionale – ha continuato l’assessore – riguardante il sistema del commercio risale al 1999. In quell’anno, in Cina, nasceva Alibaba, colosso dell’ e-commerce che ha una visione diversa da quella adottata dalla Regione Siciliana che, invece, è rimasta ancorata a principi che andavano bene nel vecchio millennio».

«Il percorso da seguire – ha rimarcato Turano – deve essere la risultante della sinergia tra la Commissione degli Enti locali e i rappresentanti di categoria. In Sicilia, i problemi che attanagliano il mondo del commercio si possono risolvere adottando misure efficaci nel tempo».

Concetti, quelli di Turano, sottolineati e rafforzati dall’intervento del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci: «Tutti noi dobbiamo fare i conti col mondo del commercio. Essere individualisti non porta al nulla. È triste vedere centinaia di centri storici desertificati a favore della grande distribuzione organizzata».

«Il mondo del commercio si trova ad affrontare quotidianamente sfide rilevanti come il commercio online, l’ammodernamento e l’innovazione. E in queste occasioni è indispensabile avere il giusto approccio. Il bottegaio – ha sottolineato il governatore – rappresenta la sicurezza del luogo. I negozi urbani devono ritornare a vivere e per questo vi è bisogno di pianificazione e quindi di condivisione».

In platea, tra le autorità politiche e le personalità dell’imprenditoria, presenti anche il presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè e diversi deputati regionali tra cui Vincenzo Figuccia e Pietro Alongi e il presidente regionale della Cidec (Confederazione Italiana Esercenti Commercianti) Salvatore Bivona.

Gabriele Giovanni Vernengo

Leggi anche: La Coca-Cola ha comprato un’acqua italiana, ecco a quale prezzo.

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Back to top button
Close