Cina, ha divulgato volantini evangelici: pastore finisce in carcere

di Gabriele Giovanni Vernengo
Un pastore della Early Rain Covenant Church in Cina è stato accusato di «operazioni commerciali illegali» e in seguito quindi condannato a quattro anni di prigione per avere distribuito 20mila libri cristiani usati dalla chiesa di 5mila membri.
Nonostante le autorità avessero garantito che se il capo della Chiesa avesse accettato un avvocato nominato dallo Stato, sarebbe stato rilasciato, il 29 novembre la condanna a quattro anni di carcere per la famiglia di Defu è arrivata come un fulmine a ciel sereno.
«La polizia ha rinnegato la sua precedente promessa alla sua famiglia….». ha detto l’avvocato del pastore Wang Yi, presidente della Early Rain Covenant, attraverso un post su Facebook di un gruppo affiliato con la chiesa.

Dal processo del fratello Qin, si apprende che l’accusa di operazioni commerciali illegali riguardavano solo 20mila libri utilizzati dalla chiesa per evangelizzare. Attualmente, il pastore Wang Yi si è preso attivamente la maggior parte delle responsabilità per questo nella sua testimonianza. Sulla base di ciò, stima che il pastore Wang Yi sarà condannato ad almeno 10 anni di carcere.

Lo scorso dicembre, le autorità hanno arrestato il pastore della Chiesa della prima pioggia e l’attivista sociale Wang Yi, sua moglie Jiang Rong e altri100 membri della chiesa, tra cui Defu. Molti membri sono stati successivamente rilasciati dopo aver firmato i documenti secondo cui avrebbero smesso di frequentare Early Rain.

Tuttavia, il pastore Yi è stato accusato di «incitamento a sovvertire il potere statale» ed è stato portato in un luogo sconosciuto, ancora da condannare. Gli avvocati e la famiglia di Yi non sono stati in grado di localizzare il pastore, nemmeno dopo un anno.

Secondo il rapporto del gruppo di lavoro del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite del 1° ottobre, si ritiene che 13 membri della chiesa siano ancora detenuti.

LEGGI ANCHE: Pastore coreano pugnalato a morte in Turchia.

12 persone sarebbero in detenzione amministrativa e 11, dopo un periodo di detenzione, sono state rilasciate su cauzione . Oltre alle accuse di «incitamento alla sovversione del potere statale», devono anche affrontare il sospetto criminale di «raccogliere litigi e provocare problemi, «attività commerciali illegali» e «pubblicazioni illegali».

Prima del suo arresto, Wang ha rilasciato una lettera che parla di «orrore» al Partito Comunista.

«Credo che la persecuzione di questo regime comunista contro la chiesa sia un’azione fortemente malvagia e illegale. Come pastore di una chiesa cristiana, devo denunciare apertamente e severamente questa malvagità» ha scritto il pastore.

«La chiamata che ho ricevuto mi richiede di usare metodi non violenti per disobbedire a quelle leggi umane che disobbediscono alla Bibbia e a Dio. Anche il mio Salvatore Cristo mi richiede di sostenere con gioia tutti i costi per aver disobbedito a delle  leggi malvagie».

Il pastore ha detto che la persecuzione di credenti e seguaci di Cristo è il male più malvagio e più orribile della società cinese, ma è certo che Dio usi la persecuzione dei cristiani cinesi «per aiutare più cinesi a conoscere Gesù»

A maggio, le autorità hanno fatto chiudere la chiesa di Shouwang a Pechino, a cui si diceva di aver partecipato oltre mille persone. A ottobre, China Aid ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che le autorità avevano demolito una grande chiesa a Funan, nella provincia di Anhui, e arrestato i suoi pastori.

Su Facebook, il fondatore di China Aid Bob Fu ha esortato la comunità cristiana a pregare per i membri della Chiesa della prima pioggia perseguitati dal governo cinese, aggiungendo: «Signore, perdona questi malfattori perché non sanno quello che fanno».

       Gabriele Giovanni Vernengo

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati