EsteriIn evidenza

Cina, pastore condannato a 9 anni per “incitamento alla sovversione”

In Cina un pastore protestante, Wang Yi, è stato condannato a nove anni di reclusione per «incitamento alla sovversione del potere dello Stato».

Lo ha reso noto il tribunale di Chengdu (sudovest) sul suo sito internet.

Il pastore, la cui Chiesa – la Early Rain Covenant Church – era stata presa di mira dal governo l’anno scorso, è stato inoltre riconosciuto colpevole di «operazione commerciale illegale».

LEGGI ANCHE: Kenya, rifiutano di convertirsi all’Islam: 9 cristiani uccisi

Come riportato dall’Ansa, Wang era stato arrestato nel dicembre del 2018 in un’operazione di polizia nel corso della quale scomparsero decine di membri della sua Chiesta, definita «clandestina» dalle autorità.

La Early Rain Covenant Church è tra le principali Chiese clandestine attive in Cina che il governo ha chiuso nel 2018 nell’ambito di un giro di vite sulla religione che ha colpito soprattutto i fedeli di Islam e Cristianesimo.

LEGGI ANCHE: Che fine ha fatto il giornalista Piero Badaloni?

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close