Esteri

Cina, censurato il nome di Gesù sulle vendite online di libri

Le restrizioni alla libertà religiosa in Cina si fanno sempre più aspre

Dal 2018 la vendita online delle Bibbie in Cina ha subito notevoli restrizioni. Ma la cosa non è finita lì: attualmente la censura relativa ad internet è divenuta da tale che anche i gruppi cristiani autorizzati dal governo ufficiale sono costretti ad usare delle abbreviazioni pur di non nominare il nome di Cristo.

A riferirlo è China Aid con sede negli Stati Uniti.  Il Consiglio Cristiano della Cina e il Comitato del Movimento Patriottico delle Tre Autonomie delle Chiese Protestanti della Cina (entrambe organizzazioni religiose ufficiali approvate dal governo) hanno aggiornato i titoli e le descrizioni di tutti i loro libri sulle loro librerie ufficiali WeChat. 

“Nel loro negozio WeChat ufficiale, non solo “Cristo” diventa “JD”, “Gesù” diventa anche “YS” e “Bibbia” diventa “SJ””, denuncia su Facebook Fuzeng Xing, decano del Seminario Chung Chi dell’Università cinese di Hong Kong.

La censura interessa, in generale, tutto il mondo dell’editoria. Stando a quanto riferisce Bitter Winter, i funzionari del Partito Comunista Cinese hanno messo in atto severe operazioni di controllo e perquisizioni nelle tipografie di Luoyang, nella provincia di Henan.

“Qualsiasi contenuto religioso rende la questione politica, non religiosa – ha detto il responsabile di un negozio della zona – . Sebbene gli striscioni per le strade dicano che alle persone è consentito il credo religioso, l’unica fede che possono praticare liberamente è quella del Partito Comunista ”.

Le rigorose ispezioni hanno portato molte attività a rifiutarsi di stampare, o addirittura fotocopiare, materiale religioso. Il rischio è davvero alto: dalle multe pecuniarie alla chiusura dell’attività.

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close