CronacaIn evidenza

È il giorno del ChristianDay a Roma: tanti pullman da ogni parte d’Italia

Oggi, sabato 25 gennaio, a Roma, in piazza Santi Apostoli, a partire dalle 15, ci sarà il ChristianDay, manifestazione organizzata dalla rete di Movimenti Cristiani Italiani per denunciare «con forza gli ultimi fatti gravissimi accaduti nella nostra nazione contro il nostro credo cristiano, contro i nostri valori e principi e soprattutto contro la persona del nostro Signore Gesù Cristo».

LA DIRETTA DELL’EVENTO (FOTO, VIDEO e DICHIARAZIONI: CLICCATE QUI)

La manifestazione ha l’obiettivo di «chiedere leggi più severe, per difendere i nostri valori, i nostri principi e la nostra identità cristiana».

Intanto, sono partiti da molte zona d’Italia i pullman dei manifestanti per raggiungere la Capitale questo pomeriggio. Ad esempio, da Palermo e le prime storie cominciano ad arrivare alla nostra redazione che seguirà la diretta da Roma con video, foto e dichiarazioni.

Il pullman partito da Palermo.

Antonella, ad esempio, ha raccontato: «Questa settimana ho percepito che l’ mpedimento alla mia partecipazione al ChristianDay era dietro l’angolo: trovare il finestrino dell’auto rotto e scoprire che il costo per ripararlo corrispondeva alla cifra del biglietto per Roma non ha fermato il mio desiderio di partecipare a questo importante evento».

E Raimondo, originario di Agrigento: «Prima di incontrare Gesù avrei intrapreso viaggi più lunghi e scomodi pur di seguire la mia squadra del cuore. Oggi inseguo la verità di Cristo e la mia presenza al ChristianDay è il minimo sacrificio che posso fare per colui che si è fatto sacrificio per noi».

Da segnalare, infine, il sostegno alla manifestazione anche dalla Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme. In una nota, infatti, si legge che «in questo giorno – giorno della conversione dell’Apostolo Paolo, giorno di preghiera e di fratellanza per chi si professa cristiano – la Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme si unisce nella preghiera a tutti coloro che, in questo giorno, vogliono proclamare la propria appartenenza a Cristo Via, Verità e Vita e vogliono manifestare pubblicamente a difesa degli inviolabili diritti di Cristo e dei cristiani perseguitati e uccisi nell’anima e nel corpo, in Italia e nel mondo».

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close