Gender

Chef: “Sono gay”. Cirinnà: “Bellissima storia” e Storace: “Contenta perché una famiglia si è sfasciata?”

La senatrice Cirinnà ha elogiato uno chef che ha dichiarato di essere gay (e di averlo detto alla moglie). Storace le ha replicato da par suo.

Botta e risposta a distanza tra la senatrice del Partito Democratico Monica Cirinnà (promotrice della legge sulle unioni civili) e Francesco Storace, direttore del Secolo d’Italia.

Argomento: lo chef salutista Marco Bianchi ha fatto coming out attraverso le pagine del Corriere della Sera e il titolo dell’intervista è molto chiaro: «Sono gay, amo Luca. L’ho detto a mia moglie e alla nostra bambina».

Innanzitutto, la Cirinnà su Twitter ha scritto: «Bellissima storia d’amore, verso se stessi e verso propria famiglia. Non è mai troppo tardi per avere coraggio. Un abbraccio a Marco, sua moglie Veruska e loro bimba: loro storia insegna quanti possano essere i meravigliosi colori dell’amore».

Poi la replica di Storace: «Perché bellissima? Sei contenta se si sfascia una famiglia?”»

E la Cirinnà ha risposto così all’ex presidente della Regione Lazio: «Scusa Francè, ragioniamo: l’amore è anche accettazione e comprensione dell’altro, la sincerità e la lealtà sono la base di qualunque relazione. La bimba avrà sempre dei genitori che la cresceranno con amore e saranno la sua famiglia».

Leggi anche: Droghe leggere, matrimonio per tutti e fine vita: ecco cosa ci aspetta se la Cirinnà diventa ministro.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close