Esteri

Charlie Hebdo, Iran: «Un insulto ripubblicare le vignette satiriche»

Il fatto coincide con l'apertura del processo per gli attentati jihadisti alla redazione nel 2015.

«Una provocazione, un insulto» per tutti i musulmani: così l’Iran ha commentato la pubblicazione a parte del giornale satirico francese Charlie Hebdo delle vignette satiriche con la caricatura del profeta Maometto. «Tout ça pour ça» è il titolo scelto per la prima pagina, che sottolinea come la carneficina avvenuta nel 2015 non sia riuscita a imporre il silenzio alla nota testata.

La scelta del giornale coincide proprio con l’apertura del processo per gli attentati jihadisti che ebbero come motivazione le suddette vignette. Nell’efferato e cruento attacco persero la vita 12 persone.

L’Iran aveva condannato, nel 2015, l’attentato, pur dichiarando di considerare offensive le vignette, frutto di un abuso della libertà d’espressione. «Ogni insulto o mancanza di rispetto contro il Santo Profeta dell’Islam e tutti gli altri profeti divini è assolutamente inaccettabile», si legge sul comunicato.

Gina Lo Piparo

LEGGI ANCHE: India: giovane cristiana di 16 anni si toglie la vita

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close