Ambiente

Catturato l’orso M49, era evaso dal recinto del Casteller

L'animale era fuggito per la seconda volta lo scorso 27 luglio piegando un'inferriata di 12 millimetri

Il Corpo forestale provinciale del Trentino ha annunciato la cattura dell’orso M49, protagonista di due evasioni dal recinto del Casteller, l’ultima a fine luglio. Il plantigrado è finito in una trappola a tubo nella zona del Lagorai, dove si aggirava nell’ultimo periodo.

La prima fuga dal recinto del Casteller era avvenuta a luglio 2019 ed era valsa all’esemplare il soprannome di Papillon, celebre galeotto evaso dalle carceri della Guyana francese. Per un anno l’orso aveva vagato tra le montagne dell’Alto Adige arrivando perfino in Veneto. Il 29 aprile scorso era stato poi catturato sui monti sopra Tione, in Trentino.

Il 27 luglio, tuttavia, Papillon era riuscito nuovamente a fuggire. Aveva oltrepassato la barriera elettrica e, raggiunta l’ultima recinzione, aveva divelto la rete elettrosaldata. Aveva piegato un’inferriata spessa 12 millimetri ed era riuscito a creare un’apertura che gli consentisse la fuga. L’allarme era scattato quando le guardie del Corpo forestale hanno notato che il segnale del radiocollare – di cui l’animale dopo qualche giorno è riuscito a sbarazzarsi – proveniva dall’esterno del recinto.

Lilia Ricca

LEGGI ANCHE: Trento, Orso M49 è fuggito di nuovo dal recinto

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close