Caso Siri, è il giorno della resa dei conti

di VoceControCorrente

Oggi il Consiglio dei ministri che deciderà la rimozione del sottosegretario indagato.

Alla fine, il giorno della resa dei conti è arrivato. Si svolgerà oggi il Consiglio dei ministri tanto atteso, che potrebbe porre fine al contrasto più acceso mai verificato tra Lega e M5S o aprire la definitiva crisi di governo.

Sul tavolo dell’esecutivo ci sarà il “caso Siri”, con la volontà del Movimento e del premier Giuseppe Conte di togliere le deleghe al sottosegretario leghista indagato. Ma l’esponente del Carroccio sarebbe ancora in tempo per rassegnare spontaneamente le proprie dimissioni e far sì che la decisione non arrivi da Palazzo Chigi. In extremis, infatti, si procederà alla “conta” tra i ministri, una votazione che penderebbe inevitabilmente verso il 5 stelle, visti i numeri e i rapporti di forza dentro il gabinetto di Conte.

Sebbene però il clima sia davvero incandescente, il Consiglio dei ministri potrebbe chiudersi anche senza nessuna votazione. Il presidente del Consiglio potrebbe infatti scrivere e firmare di suo pugno un atto di revoca nei confronti di Siri, senza attendere la decisione di tutto il governo.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati