Caso Gregoretti, Renzi: “Prima leggiamo le carte, poi la decisione”

di VoceControCorrente

«Noi siamo sempre garantisti. Ma non dobbiamo giudicarlo noi: dobbiamo solo decidere se ricorrono le condizioni per procedere sull’eventuale reato del ministro. L’autorizzazione a procedere non ha niente a che vedere con il garantismo. Il nostro giudizio politico e umano nei confronti di Salvini è netto: ha sbagliato lui e con lui ha sbagliato tutto il suo Governo che lo ha vergognosamente sostenuto e coperto».

Così Matteo Renzi, leader di Italia Viva, a proposito della richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per il caso della nave Gregoretti, intervistato dal Sole24ore.

LEGGI ANCHE: Agrigento, preside annulla la messa di Natale per rispetto delle minoranze.

Matteo Salvini e Matteo Renzi

«Processualmente – ha aggiunto il senatore toscano – abbiamo già votato in passato a favore dell’autorizzazione e non credo che la vicenda sia molto diversa. Tuttavia correttezza vuole che prima si leggano le carte, poi si comunichi la decisione: tutti i politici dovrebbero imparare a fare così, attenendosi al merito e non fermandosi agli slogan. Certo noi non cambiamo idea sulla base dell’interesse politico: giudichiamo i fatti».

LEGGI ANCHE: L’Infinito di Leopardi compie 200 anni.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati