Capotreno aggredito a pugni da passeggero senza biglietto

di VoceControCorrente

Nei pressi di Seregno, in Brianza, una capotreno di 25 anni è stata aggredita a pugni su un convoglio e, come riportato dall’Ansa, nessuno sarebbe intervenuto per difenderla.

È successo ieri – venerdì 17 gennaio – su un treno partito alle 9.48 da Como San Giovanni in direzione di Rho (Milano). Secondo la Fit Cisl di Como l’episodio è avvenuto tra l’indifferenza dei viaggiatori. Secondo quanto riferito dal sindacato, la Capotreno si era accorta di un uomo, un italiano di mezza età che, sdraiato, occupava diversi posti a sedere. Lo ha invitato a sedersi normalmente, e al suo rifiuto, gli ha chiesto il biglietto, che non aveva.

LEGGI ANCHE: Multa di un milione di euro a Lidl: “Quella pasta non è italiana”.

L’ha, quindi, accompagnato alla porta e alla fermata successiva, quella di Seregno, con il treno in frenata, è stata presa a pugni dall’uomo che subito dopo è sceso e si è dileguato in stazione. La donna ha riportato una prognosi di 10 giorni.

La Polizia Ferroviaria sta indagando per risalire all’identità dell’aggressore.

LEGGI ANCHE: Carola Rackete? Non andava arrestata, la sentenza della Cassazione.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati