Politica

Calenda gela la Boldrini: “Mai con la Sinistra”

Il nuovo cartello elettorale perde già un pezzo.

Centrosinistra unito sì, ma sena la Boldrini. Continuano le trattative per la nascita del cartello elettorale europeista e progressista, dentro il quale si presenterà il Partito Democratico alle prossime elezioni europee. Ma “Siamo Europei” (così lo vorrebbe chiamare il suo promotore Carlo Calenda) rischia di rivelarsi soltanto un restyling del solo Pd, senza significativi processi di aggregazione.

Un plauso all’iniziativa della nuova lista era stato fatto dall’ex presidente della Camera ed esponente di Liberi e Uguali, Laura Boldrini, che l’aveva definita “lodevole”. Ma ieri, dallo stesso Calenda è arrivata una chiusura delle trattative sia con i moderati del centrodestra, sia con le forze politiche della sinistra parlamentare: “Nessuna alleanza con chi ha cercato e cerca il dialogo con i gialloverdi. Porta chiuse a Forza Italia e a LeU”.

Apertura invece verso +Europa di Emma Bonino, che proprio nelle prossime settimane celebrerà il congresso. Non è detto però che la lista fondata dalla leader radicale decida di confluire nel contenitore progressista.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close