FamigliaIn evidenza

Brasiliano adotta 42 bambini disabili, molti sopravvissuti all’aborto

Il padre di 42 bambini adottati, molti dei quali danneggiati da aborti trattati malamente, ha invitato le nazioni del mondo a smettere di uccidere i bambini innocenti disabili.

All’ambasciata brasiliana a Washington (Stati Uniti d’America), Tonio Tavares De Mello, fondatore di Jesus Menino Disabled Community, ha dichiarato: « Faccio questo lavoro perché è una chiamata speciale di Dio. Per far sì che la vita accada, sto dando la mia vita per molte altre vite» .

Riflettendo sulla vita e sul lavoro di De Mello, l’ambasciatore eletto brasiliano, Nastor Forster Jr, ha espresso solidarietà: «È molto toccante, sembra essere un uomo santo. Lo fa da 30 anni» . In quell’occasione, De Mello ha portato diversi membri disabili della comunità per incontrare il rappresentante diplomatico del Brasile negli Stati Uniti, dove Forster ha potuto osservare che la maggior parte dei bambini adottati sono stati vittime di aborti andati male o trattati male.

Forster ha anche affermato: « L’aspetto più fondamentale del Cristianesimo è la difesa della vita, perché crediamo di essere creati a immagine di Dio, e perché Dio, Gesù Cristo, è diventato uomo e, quindi, ci ha dato la sua sacralità a tutti gli esseri umani, a tutta l’umanità» .

De Mello ha fondato la comunità brasiliana nel 1990 dopo aver appreso delle condizioni di vita subite da molti orfani disabili. Ha adottato 42 bambini, alcuni dei quali hanno serie sfide. Ci sono 117 persone che vivono nella comunità Hesus Menino, che significa Gesù Bambino in portoghese.

In riferimento all’aborto, De Mello ha dichiarato con fermezza: «Alle nazioni che stanno cercando di attuare questa procedura, io dico: non fatelo! Perché le vostre nazioni diventeranno nazioni distrutte. Una nazione che promuove la morte di persone innocenti o disabili non è una nazione in via di sviluppo, ma una nazione morta» .

Infine, ha aggiunto: «Se non fosse per questo perfetto amore per la fiducia di Dio in me, non potrei farlo. Questa forza viene da Dio. Non è umana».

LEGGI ANCHE: Scuola londinese cambia la parola ‘Lord’ Jesus in una storica canzone di Natale per rispetto dei non cristiani

De Mello, grazie al suo gesto di estrema compassione, sarà protagonista di un nuovo commovente film prodotto dai giovani cineasti brasiliani Luiz Henrique Marques e Gustavo Brinholi. L’organizzazione internazionale anti-aborto HumanLife, ha mostrato scene tratte dal film biografico. In un’anteprima si vede De Mello che dichiara: «Ho 42 figli adottivi. Ho abbracciato un percorso nella mia vita a cui non avevo mai pensato» . Il film sarà distribuito durante la marcia per la vita quest’anno.

Sul sito web della diocesi di Petropolis, Jesus Menino Disabled Community, che si trova a circa 50 miglia a nord da Rio de Janeiro, è descritta come una comunità cattolica di vita consacrata che cerca di vivere secondo l’esempio della Sacra Famiglia e attraverso impegni di povertà, obbedienza e castità, accoglie Gesù Cristo presente nelle persone con bisogni speciali.

Filippa Tagliarino

LEGGI ANCHE: Cos’ha detto la cinese al Papa prima dello schiaffetto?

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close