Bongiorno contro i sindaci ribelli: “Vogliono il Far west”

di VoceControCorrente

“Chi rappresenta un’istituzione non può ignorare le conseguenze di quello che fa e dice”.

Non solo Matteo Salvini, ma anche altri ministri del governo Conte stanno replicando ai sindaci “ribelli” che hanno deciso di non applicare il Decreto Sicurezza. Fra questi anche Giulia Bongiorno, avvocato palermitano, titolare del dicastero della Pubblica Amministrazione in quota Lega.

L’esponente dell’esecutivo giallo-verde ha parlato di “caos totale”, generato da una mossa del tutto incredibile: “Dicono che il Far West è quello che vogliamo fare noi della Lega con la legittima difesa, ma il vero Far West il loro. Non pago il conto al ristorante – ha proseguito sarcastica la Bongiorno – perché lo ritengo troppo caro, schiaffeggio chi credo mi abbia fatto un torto per strada, non applico la legge che non mi piace”.

Infine, il ministro ha mosso critiche al primo cittadino di Palermo, Leoluca Orlando, leader della protesta dei sindaci obiettori, e al napoletano Luigi De Magistris: “Il loro è un tentativo di uscire dall’ombra. Palermo è in una situazione disastrosa, ci sono i rifiuti in mezzo alle strade. Napoli non mi sembra amministrata meglio. Quelle di Orlando e De Magistris – ha concluso la Bongiorno- sono provocazioni inscenate per ottenere un po’ di visibilità”.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati