Cronaca

Bimbo suicida a Napoli: chi è Jonathan Galindo, incubo del web

Il web presenta spesso macabri personaggi e Jonathan Gelindo è già l'incubo dei genitori

Negli anni siamo stati testimoni di una corrente horror sempre più vicina ai più piccoli, a quei minori tanto vulnerabili da passare ore su mondi virtuali dove, talvolta, il losco si cela.

Ed è qui che nascono contesti distintivi volti a danneggiare una giovane mente, pronta a ricevere una challenge o sfida del momento, come quella a cui, probabilmente, si è imbattuto un bambino di Napoli, di soli 11 anni.

Da mesi in rete è sbucato un personaggio macabro, dalle sembianze canine che contatta gli utenti con lo pseudonimo Jonathan Galindo. Gioca e fa giocare, con l’autorità di chi conosce bene le regole. Chi ci sia dietro lo schermo non si sa, ma di certo è abile nell’ adescare bambini che non si tirano indietro, per affrontare la pericolosa gara proposta.

Così, in piena notte, un bambino amato, cresciuto in un contesto favorevole, decide di buttarsi dal balcone di casa propria al settimo piano, lasciando un biglietto: “Mamma, papà, vi amo, ma devo seguire l’uomo col cappuccio che ho davanti. Non ho più tempo”.

Anche se ancora gli inquirenti non si sono espressi sulla tragedia, molti si chiedono cosa abbia potuto spingere un bambino a fare un gesto così estremo e soprattutto chi sia l’uomo col cappuccio.

Ed è qui che entra in scena un compagno di scuola, la cui madre riferisce che altri adolescenti erano già stati contattati nei giorni scorsi, sempre nella stessa modalità e sempre dallo stesso personaggio che sfida i più deboli, impreparati alla propria vulnerabilità, poiché, oggi, questo è sicuramente ciò che si sottovaluta. Nessuno è immune alla propria debolezza e chiunque diventa bersaglio esposto. In particolare i bambini, che in una challenge percepiscono una burla gestibile, quasi sempre con tragico epilogo, lasciando gli adulti con gran senso di colpa e un fallimento generazionale.

 

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close