Cronaca

Bimbo dimenticato in auto, in Toscana un’APP per avvertire i genitori

(di Redazione) Quanto successo a Catania ha spinto l’assessore all’Istruzione della Regione Toscana, Cristina Grieco, a inviare una nota in cui parla delle misure messe a punto per evitare il ripetersi dei tragici casi dei bambini dimenticati in auto.

In sintesi: l’obbligo per tutti gli asili nido della Toscana di dotarsi di un sistema per comunicare ai genitori le assenze non giustificate dei bambini e un’apposita app, chiamata Nido sicuro per gestire questo tipo di comunicazioni.

«Mossi dal ripetersi di tragedie come questa – ha sottolineato l’assessore Grieco -, la nostra Regione ha introdotto da gennaio l’obbligo per tutti gli asili nido di dotarsi di un sistema per comunicare ai genitori le assenze non giustificate. Abbiamo inoltre realizzato un’app che da agosto è in distribuzione gratuita presso tutti i nidi pubblici e privati della Toscana al fine proprio di gestire queste comunicazioni. E il Consiglio regionale ha finanziato l’acquisto di tablet, in distribuzione presso i nidi, su cui installare questa applicazione».

L’app ‘Nido Sicuro’ deve essere scaricata dai genitori che, quotidianamente, devono segnalare l’assenza del bambino o l’avvenuto accompagnamento al nido.

«Se cinque minuti dopo l’usuale orario di ingresso del bambino non viene inserita dal genitore l’informazione sulla presenza o sull’assenza del piccolo – ha aggiunto l’assessore Grieco – parte automaticamente un allarme indirizzato ai recapiti di riferimento che si spegne solo dopo l’avvenuta risposta».

«Nido sicuro è una pratica di civiltà – ha concluso -, introdotta appunto dalla Regione, che costituisce un elemento di ulteriore qualità e sicurezza per i nostri asili e soprattutto per i genitori».

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close