Bimbo di 6 anni canta per il fratellino down: il video diventa virale

di Naomi Mezzasalma

Sta facendo il giro del mondo un video postato su Facebook nel quale un bambino canta per il fratellino neonato affetto dalla Sindrome di down.

Protagonisti di questo dolcissimo video, girato a Cabot, in Arkansas, i fratellini Rayce e Tripp, rispettivamente di 6 anni e 6 settimane. Le immagini mostrano Rayce seduto su un piumone che canta mentre accarezza e culla il piccolo Tripp, vestito con una tutina da dinosauro grigio. In sottofondo, viene trasmessa la canzone 10.000 hours di Dan + Shay e Justin Bieber.

Rayce ne sussurra le parole mentre Tripp lo fissa: «Spenderei 10.000 ore e 10.000 in più, oh, se è quello che serve per imparare quel tuo dolce cuore. E potrei non arrivarci mai ma ci proverò. Se sono 10.000 ore o il resto della mia vita, ti amerò».

I due bambini sono stati filmati dalla madre, la 29enne Nicole Powell, che ha successivamente postato il video su Facebook con questa didascalia: «Ecco come Rayce si lega a Tripp. Canta sempre per lui. Giura che questa canzone parla di lui e di suo fratello. L’amore non conta i cromosomi o, come dice Rayce, ‘Non siamo tutti diversi?’». In pochi giorni, il video ha superato il milione di visualizzazioni.

LEGGI ANCHE: 61 minuti senza battito cardiaco, bambino sopravvive e senza danni.

«È incredibile! – ha dichiarato Nicole Powell – Mi ero chiesta il nostro scopo sul perché adesso avessimo un bambino con la sindrome di Down. Penso che forse sia stato per portare amore e consapevolezza. Le persone sono così terrorizzate da ciò che può accadere, ma è perfetto. È super spaventoso ma la genitorialità in generale è spaventosa. Sono così orgogliosa dei miei figli».

Rayce e Tripp sono 2 dei 5 figli di Nicole, agente di polizia, e JJ, 39 anni, rivenditore di automobili. Durante la gravidanza, hanno scoperto dalle ecografie che il loro ultimogenito sarebbe stato affetto dalla sindrome di down. I genitori hanno deciso di far nascere lo stesso il bambino, nonostante il parere sfavorevole dei medici.

« I dottori ci avevano raccomandato di interrompere la gravidanza, ma noi non abbiamo accettato – ha raccontato JJ. – Ci vuole un po’ più di tempo per imparare e un po’ più di cura e amore, ma non è questo ciò di cui il mondo ha bisogno?».

Naomi Mezzasalma

LEGGI ANCHE: Dove finiscono i cani di Striscia La Notizia?

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati