EsteriIn evidenza

Bielorussia, evangelici sostengono le manifestazioni contro Lukashenko

Lo riporta Evangelical Focus

Dal 9 agosto scorso centinaia di migliaia di bielorussi sono scesi in piazza per denunciare l’esito delle elezioni presidenziali e chiedere la fine del governo di Aleksandr Lukashenko. Manifestazioni represse violentemente dal regime.

Evangelical Focus riferisce che gli evangelici in questo paese dell’Europa orientale sostengono le proteste ma chiedono saggezza in questa lotta per la democrazia.

Una bielorussa che vive all’estero ma con una famiglia nel Paese, Natasha, crede che la maggior parte degli evangelici che conosce siano contrari al governo. Diversi suoi amici hanno preso parte alle proteste, mentre altri, consapevoli dei rischi connessi, cercano mezzi alternativi per protestare.

All’inizio, gli organismi evangelici o le unioni delle Chiese sono rimaste in silenzio sulla situazione politica. Fino al 12 agosto, quando la Full Gospel Union ha rilasciato una dichiarazione invitando tutti gli evangelici e le persone di buona volontà a pregare a ogni giorno a mezzogiorno affinché la Bielorussia sia salvata.

«Noi cristiani non dobbiamo solo pregare, ma essere attivi, alzare la nostra voce, assicurandoci di essere saggi, usando la nostra area di influenza personale», ha detto Natasha. In particolare, chiede ai Cristiani degli altri Paesi di mostrare la loro solidarietà attraverso i social media, parlando contro la violenza e per la libertà e i diritti del popolo bielorusso.

«Pregate per il personale medico che cura i feriti. Pregate per le persone che lavorano alla televisione di Stato o in altre parti del governo affinché si dica ‘basta’. Pregate che coloro che hanno picchiato e torturato persone innocenti siano assicurati alla giustizia», ha aggiunto la cristiana bielorussa. Fonte: Evangelique.info.

LEGGI ANCHE: Cina, partito obbliga le chiese a donare per il Covid-19 o non aprono.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close