Cronaca

Baby gang aggredisce e rapina disabile: l’orrore si ripete

Dopo l’episodio di Manduria sembrano addirittura crescere le baby gang che riversano la propria furia sui più deboli: nuovo caso a Bologna.

Con quanto accaduto a Manduria, dove un pensionato con problemi mentali è stato portato alla morte da una baby gang, sembrava si fosse toccato il fondo. Invece, la verità è che questo episodio è solo la punta dell’iceberg.

La baby gang sono in crescita in Italia. E a dimostrarlo sono gli episodi di violenza, sempre più frequenti. L’ultimo è accaduto a Bologna. Qui quattro minorenni hanno preso di mira un ragazzo disabile.

Lo tenevano d’occhio da un po’. Poi, con la scusa di offrigli un po’ di marijuana, per due volte lo hanno immobilizzato e rapinato. Il giovane disabile aveva accettato la marijuana perché voleva sentirsi incluso nel gruppo, che aveva visto più volte in giro.

La doppia aggressione, “fortunatamente” è avvenuta in pubblico. Conseguentemente, le forze dell’ordine sono state allertate. Tre dei responsabili sono stati arrestati dalla Polizia.

Il più giovane è un quindicenne bolognese, gli altri due sono sedicenni, uno albanese e l’altro marocchino. La vittima è un trentunenne che ha un disagio psichico e vive in una casa famiglia.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close