Esteri

Australia, assurdità nelle scuole: parole gender neutral per indicare Dio

Alcune scuole a Brisbane, in Australia, hanno iniziato a utilizzare termini gender neutral per indicare Dio.

È il  quotidiano ufficiale di Brisbane, il Sunday Mail, a svelare ciò che sta succedendo in alcune scuole, per altro ritenute d’elite, tra cui la All Hallows, la Stuartholme e il Loreto College: si stanno usando parole gender neutral per indicare Dio.

In sostanza, i docenti stanno evitando parole come “padre”, “figlio” e “Signore” nelle preghiere e nell’insegnamento. L’idea è nata da una scuola femminile e si sta diffondendo a macchia d’olio.

Queste parole, in preghiere e inni, è stata sostituita con termini neutri quale “creatura onnipotente”, “essere onniscente” e molte altre simili. I portavoce di questo movimento hanno dichiarato di credere che “Dio non è né maschio né femmina, per questo è necessario usare termini di genere neutrale nelle preghiere”.

“L’uso di questi termini – si legge ancora – fa in modo che la nostra comunità approfondisca la loro comprensione di chi è Dio per loro, come Dio si rivela attraverso la creazione e via dicendo”.

Per il segno della croce  si sta diffondendo l’abitudine di dire “L’Essere Supremo, Gesù e lo Spirito Santo” al posto del tradizionale “Padre, Figlio e Spirito Santo”.

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close