Politica

Attacco al volantino della Lega: promuovere la maternità diventa “sessismo”

La grafica fatta realizzare dalla sezione crotonese delle Lega ha scatenato il caos in tutta Italia. Si dissocia anche il Movimento 5 stelle: “Sembrano fondamentalisti islamici”.

“Il ruolo naturale della donna, volto alla promozione e al sostegno della vita e della famiglia”. Una frase, apparsa su un volantino della Lega-Crotone, diventata un vero e proprio caso politico. In occasione della giornata mondiale della donna (8 marzo), la grafica punta a combattere chiunque offenda la dignità delle donne, ma la frase in oggetto è apparsa a molti come carica di sessismo.

Fra le prime voci critiche nei confronti del volantino, le tre ministre del Movimento 5 stelle Giulia Grillo, Barbara Lezzi ed Elisabetta Trenta: Il volantino diffuso in occasione della festa dell’8 marzo dai giovani della Lega a Crotone è scioccante – hanno commentato le componenti del governo Conte -. Leggere certe cose ci riporta indietro di decenni. Come donne di questo governo esprimiamo la nostra più profonda preoccupazione e la più ferma condanna verso un messaggio che rievoca tempi medievali. Un approccio indubbiamente volgare e sessista. Ci auguriamo e confidiamo che i vertici della Lega prendano quanto prima le distanze”.
Dall’opposizione, a dirsi sconcertata è Alessia Rotta del Pd “Mi auguro sia uno scherzo di cattivo gusto ma se così non è, come temo, Salvini dica chiaramente se è questa l’idea di donna che il governo vuol far passare nel Paese”. Critiche anche da Sinistra Italiana con Nicola Fratoianni.

 
Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close