Ambiente

Antartide: la neve si tinge di rosso per effetto del surriscaldamento globale

Il Pianeta è malato, un altro sintomo.

Sembra sangue ma è ‘solo’ un’alga, effetto – manco a dirlo – del surriscaldamento globale che potrebbe addirittura aggravare la situazione.

Lo spettacolo visibile all’esterno della base ucraina Vernadsky sull’isola di Galindez, in Antartide, ha lasciato a bocca aperta persino i ricercatori. La bianca coltre di neve è infiltrata dal rosso di un’alga giunta a maturazione troppo presto.

Le elevate temperature hanno infatti portato a fioritura la Chlamydomonas nivalis, alga verde unicellulare tipica di alcune regioni polari e alpine.

In inverno, la pianta solitamente dorme per poi risvegliarsi e fiorire allo scioglimento dei ghiacci, causato dalle temperature più alte.

Il colore rosso è caratteristico della stagione matura della pianta: inizialmente verde per via dei cloroplasti, responsabili della fotosintesi, l’alga – dotata di due piccole code con le quali ‘nuota’- perde mobilità col passare del tempo e sviluppa una seconda parete cellulare isolante e uno strato di carotenoidi.

Il fenomeno potrebbe purtroppo avere un risvolto negativo, come spiegano i ricercatori: lo strato protegge l’alga dai raggi ultravioletti, ma assorbe calore e favorisce lo scioglimento del ghiaccio. In sintesi, l’alga riesce a crescere ma l’effetto potrebbe contribuire al cambiamento climatico già in atto.

Insomma, dopo il distacco del ghiacciaio grande quanto Malta, la scoperta di una nuova isola di roccia, prima sotterrata dal ghiaccio, e le immagini atipiche dell’Antartide ‘nudo’ ad una temperatura di oltre 20°, un nuovo fenomeno contribuisce a disegnare lo scenario del quale purtroppo già danni eravamo stati avvertiti.

Gina Lo Piparo

LEGGI ANCHE: Locuste, la piaga biblica che sta devastando l’Africa

Tag

Gina Lo Piparo

Laureata in Scienze dell'antichità, ama la natura, i viaggi, la poesia, l'arte, la scrittura e Dio, fonte di tutte queste cose. Missionaria, crede nei valori cristiani, che intende come uno stile di vita concreto, reale e rivoluzionario.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close