Amministratore di condominio, per fare la differenza occhio a competenze e aggiornamento professionale

di VoceControCorrente

L’ amministratore di condominio è una figura professionale attiva da diverso tempo, ma che oggi sta riscuotendo sempre più consensi, soprattutto tra i giovani, diventando una vera e propria opportunità di business e una scelta valida per il proprio futuro.

Al pari di qualsiasi professione che intende fare la differenza sul mercato, risulta essenziale dedicare ore ed energie allo studio e alla formazione necessaria allo svolgimento dell’attività lavorativa, spirito commerciale e capacità di coltivare relazioni per aumentare sensibilità e attenzione alle opportunità oggi possibili grazie al digitale.

È infatti importante che l’amministratore di condominio disponga della giusta attrezzatura e di un software gestionale che lo supporti durante lo svolgimento dell’attività, e che gli consenta di raccogliere i dati e creare un archivio contenente tutta la documentazione relativa ai condomini.

Uno strumento estremamente valido disponibile oggi sul mercato è il software gestione del condominio online Domustudio di Danea, che consente di facilitare il lavoro dell’amministratore e di aumentare quindi l’operatività e la produttività, tenendo conto della gestione contabile, fiscale e di quella operativa.

L’obiettivo del futuro professionista del settore è innanzitutto incrementare le proprie competenze (anche digitali) e riuscire a padroneggiare gli strumenti utili per affrontare e gestire al meglio qualsiasi situazione in piccoli o grandi condomini, come ad esempio discussioni legate a questioni amministrative tra condomini o con lo stesso amministratore.

È bene ribadire quanto sia importante l’aspetto legato alla formazione in accezione teorica e operativa, poiché si parla oggi di una professione che richiede un alto livello di specializzazione se vuole lavorare con notevole profitto.

La frequenza di un corso di formazione è quindi indispensabile e obbligatoria per fronteggiare al meglio le sfide lavorative quotidiane, competenze che devono essere aggiornate periodicamente con la frequenza di corsi di circa 15 ore annuali, rimanendo pertanto al passo con le ultime novità e le normative in vigore.

Fare l’amministratore di condominio non è un gioco da ragazzi: ci sono oneri di non poco conto da affrontare e la formazione a monte è indispensabile per riuscire a districarsi al meglio in qualsiasi situazione e possedere le capacità e le competenze adatte al ruolo.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati