Cronaca

Alpinisti dispersi da una settimana: poche speranze per Nardi e Ballard

Anche se non si smette di cercare, ci sono sempre meno speranze per gli alpinisti Daniele Nardi e Tom Ballard, dispersi da domenica scorsa.

Di Daniele Nardi e Tom Ballard non si hanno notizie da una settimana. I due stavano facendo una scalata sul Nanga Parbat, in Pakistan. L’ultima volta che i due sono stati sentiti dalla famiglia erano stanchi, ma sereni.

Ballard aveva telefonato alla fidanzata il 22 febbraio. Lei, dall’Inghilterra, dice di aver perso ogni speranza. Riferisce che l’alpinista era stanco e aveva perso peso. Nardi, invece, aveva telefonato alla moglie il 24 febbraio. Sembrava ottimista e per niente preoccupato.

Le ricerche sono andate avanti giorno per giorno, ma per le condizioni meteorologiche avverse si è dovuto procedere a rilento. Di recente il team di Nardi ha lanciato una campagna di crowdfunding su GoFund.Me per riuscire ad avere ulteriori aiuti.

Sono stati raccolti 106.000 euro. Quelli non utilizzati andranno alle scuole pakistane. Oggi arriverà al Campo Base del Nanga Parbat anche il team di Alex Txikon, un altro alpinista che si sta mettendo a disposizione per le ricerche. Si procederà con elicotteri e droni.

Si cercherà di partire dall’ultimo punto in cui si suppone si trovassero i due alpinisti. Nardi e Ballard erano impegnati nell’ascesa dello Sperone Mummery, un tratto nell’ascesa al Nanga Parbat molto pericoloso sotto l’aspetto climatico, e difficile sotto quello tecnico.

L’idea era quella di raggiungere un record: nel periodo invernale mai nessun alpinista era riuscito a raggiungere la vetta della montagna dell’Himalaya attraverso lo Sperone Mummery.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close