Esteri

Aereo precipitato, l’Iran: “Abbattuto da noi con un missile”

L’aereo della compagnia Ukraine International Airlines, precipitato mercoledì scorso a Teheran subito dopo il decollo è stato abbattuto per errore.

L’ammissione arriva dal presidente iraniano Hassan Rohani con un post sul suo account Twitter. «La Repubblica islamica dell’Iran si rammarica profondamente per questo errore disastroso. Le indagini proseguiranno per identificare e perseguire gli autori di questa grande tragedia e questo sbaglio imperdonabile, che verranno processati».

Le Forze armate iraniane hanno precisato in una nota che si metteranno in atto «riforme essenziali per evitare simili errori in futuro». Sul volo PS752, un Boeing 737, c’erano 176 persone, 167 passeggeri e nove membri dell’equipaggio. Nessuno di loro è sopravvissuto.

LEGGI ANCHE: Iran, figlio di un pastore condannato per essersi riunito con altri cristiani.

Il primo ministro del Canada, Justin Trudeau, ha chiesto che dopo l’ammissione da parte dell’Iran, che Teheran usi «trasparenza e giustizia» per le vittime, che giunga a una conclusione e che stabilisca le precise responsabilità.

Trudeau ha ricordato che si tratta di una «tragedia nazionale» per il Canada – 63 delle vittime erano canadesi, molti con doppia nazionalità iraniana – e che tutto il Paese «piange unito».

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha chiesto la punizione dei colpevoli e il versamento di indennizzi da parte dell’Iran. «Ci aspettiamo dall’Iran che i colpevoli siano portati davanti alla giustizia» e «il pagamento di indennizzi», ha scritto Zelensky su Facebook.

LEGGI ANCHE: Aereo iraniano colpito da un missile, il video dell’impatto.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close