Esteri

Addio al televangelista Jack Van Impe: “La Bibbia Ambulante”

È morto all’età di 88 anni il televangelista Jack Van Impe, conduttore della trasmissione «Jack Van Impe Presents», meglio conosciuto come «La Bibbia Ambulante». Ad annunciare la triste notizia il sito web del ministero.

«L’amato Dr. Jack Van Impe è stato accolto in Paradiso dal suo beato Salvatore e Signore, che ha servito fedelmente nel ministero per oltre 70 anni – si legge così nell’annuncio – Per favore, preghiamo per la sua amata moglie Rexella. Che Dio li possa consolare e consigliare…».

LA TRASMISSIONE

Da quanto si può apprendere della biografia di Van Impe. Nei suoi 68 anni di ministero, il televangelista ha condotto alla fede cristiana più di 8 milioni.  Ha raggiunto il culmine della popolarità a metà degli anni ’90, quando la sua trasmissione andava in onda in 25mila città e in oltre 150 paesi. L’ultima puntata della trasmissione era andata in onda proprio questo mese

Van Impe e Rexella si erano sposati dal 1952. Durante la trasmissione, la coppia analizzava attraverso una visione biblica gli eventi mondiali di grande risonanza. Ogni trasmissione si concludeva con un invito agli spettatori ad accettare Gesù Cristo come loro Signore e Salvatore.

«Gli attuali eventi internazionali confermano quanto scritto nella Bibbia – diceva il predicatore – Ti è stato dato questo messaggio speciale per rivelare la verità di Dio, non per nasconderla. Per chiarire lo scopo eterno di Dio, non per mistificarlo. Milioni di persone hanno bisogno di essere avvisati del fatto che Gesù verrà presto, forse oggi!».

Il ministero di Van Impe non è stato esente da polemiche. Negli anni ’90, è stato messo sotto i riflettori, perché il predicatore aveva detto che il ritorno di Cristo sarebbe stato tra il 2001 e il 2012. Ha anche accusato l’ex presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama di essere un musulmano, assoldato per infiltrarsi ed islamizzare gli Stati Uniti.

Nel 2011, a causa del rifiuto di trasmettere un episodio in cui Van Impe ha affermato che i pastori Rick Warren e Robert Schuller stavano tentando di promuovere una nuova religione chiamata “Chrislam”, una fusione di Cristianesimo e Islam, si è rotto il sodalizio tra Van Impe e la rete televisiva cristiana TBN.

LEGGI ANCHE: Nigeria, il prete rapito dall’Isis è stato ucciso.

L’ ATTENZIONE VERSO LO STUDIO DELLE SCRITTURE

Oltre all’escatologia, durante il suo ministero Van Impe si è dedicato all’evangelizzazione e allo studio della Bibbia, collaborando con noti ministri di Dio, tra questi: Billy Graham Sr., Charles Stanley, George Sweeting e altri noti predicatori.

IL RICORDO DEL FIGLIO DI BILLY GRAHAM

Franklin Graham, figlio del noto predicatore Billy Graham, ha fatto le condoglianze alla famiglia attraverso un post su Twitter.

«È stato uno di quei giovani uomini – ha twittato Graham – che hanno avviato Youth for Christ, l’iniziativa evangelistica che mira far conoscere Cristo alle giovani generazioni. Il Dr. Van Impe è diventato noto come «La Bibbia ambulante» perché ha interiorizzato grandi parti della Scrittura, invogliando i giovani a fare lo stesso». La causa del decesso non è ancora chiara.

                             Gabriele Giovanni Vernengo

LEGGI ANCHE: Virus dalla Cina: gli aggiornamenti e come proteggersi.

Tag

Gabriele Giovanni Vernengo

Classe 94', amante della cultura e dell'arte. Fermo nei propri valori e nella sua fede cristiana, porta avanti il proprio talento tramite la poesia e il giornalismo, definite da lui stesso come «missioni» e/o « vocazioni».

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close